Come avviare MacBook Pro senza batteria (modelli meno recenti 2006 – 2011)


"

Potresti aver notato che a volte non è possibile accendere e avviare un MacBook Pro quando non è installata una batteria. Supponiamo che tu abbia dovuto rimuovere la batteria di un MacBook Pro vecchio perché si stava gonfiando o la batteria non funzionava per qualche altro motivo, ma quando accendi il MacBook Pro, non succede nulla. (Per essere chiari, questo articolo è rivolto ai modelli vecchi di MacBook Pro, come 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, quando fare azioni come sostituire una batteria, un disco rigido, RAM, era tutto abbastanza facile da fare aprendo il case di sotto).

In questa situazione, se una batteria viene rimossa o completamente scarica e si tenta di avviare MacBook Pro, non accade nulla: non c’è audio, nessun avvio del sistema, nessun suono di avvio, niente. Si scopre che alcuni computer MacBook Pro dell’anno modello non si avviano con una semplice pressione del pulsante di accensione dopo che la batteria è stata fisicamente rimossa o scollegata.

Ovviamente, se ti capita di avere una batteria di ricambio, in genere puoi semplicemente sostituire la batteria mancante con una batteria funzionante e il MacBook Pro si avvierà, ma questa non è sempre un’opzione. Quindi discutiamo su come avviare un MacBook Pro più vecchio quando non c’è affatto la batteria.

Come avviare MacBook Pro senza batteria installata

Supponiamo che MacBook Pro abbia nessuna batteria installata nel computer, il che significa che fisicamente non è installata alcuna batteria. Quindi, quando si tenta di avviare il Mac o premendo il pulsante di avvio, non accade nulla. In questo caso, puoi forzare l’avvio del MacBook seguendo questi passaggi:

  1. Scollega il cavo di alimentazione MagSafe
  2. Tieni premuto il pulsante di accensione per 10 secondi e continua a tenerlo premuto
  3. Mentre stai ancora tenendo premuto il pulsante di accensione, collega il cavo di alimentazione MagSafe a MacBook Pro e continua a tenere premuto il pulsante di accensione per altri 10 secondi
  4. Rilascia il pulsante di accensione, quindi premi il pulsante di accensione come al solito per accendere il computer e avviare il Mac

Quando il MacBook Pro si avvia, le ventole scatteranno a tutta velocità per tutto il tempo in cui utilizzi il Mac (la reimpostazione di SMC o PRAM non interrompe il funzionamento delle ventole, sostituendo solo la batteria).

Inoltre sembra che MacBook Pro riduca la propria velocità di clock in questa situazione, riducendo così le prestazioni.

L’unico modo per impedire ai fan di funzionare alla massima velocità e per riportare la velocità di clock alle prestazioni regolari è installare una nuova batteria nel MacBook Pro.

Ho sperimentato questo scenario su un vecchio modello MacBook Pro 2010 dopo aver rimosso una batteria gonfia. Una volta rimossa la batteria, puoi premere il pulsante di accensione ma non succede nulla. Tuttavia, il suddetto metodo di scollegare e ricollegare MagSafe tenendo premuto il pulsante di accensione ha avuto successo nell’avviare il Mac, con ventilatori che funzionano a piena velocità e con una velocità ridotta. Nondimeno, Snow Leopard funziona ancora bene!

Come puoi vedere nello screenshot qui sotto, l’indicatore “Nessuna batteria” è visibile, ma il MacBook Pro è avviato e funzionante.

"

In effetti, questo particolare MacBook Pro non ha una batteria fisica installata, come puoi vedere all’interno di questa immagine:

"

Accensione di un MacBook Pro dopo aver sostituito batteria, scheda logica, disco rigido, RAM, ecc.

Apparentemente lo stesso scenario sopra menzionato di MacBook / MacBook Pro che non si avvia può anche svolgersi quando si sostituiscono altri componenti interni su MacBook Pro di quest’anno (2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, ecc.), Inclusi quelli sostituiti schede logiche, dischi rigidi interni, RAM, batteria e forse anche altri componenti hardware.

Con alcuni altri componenti interni, a volte basta semplicemente collegare l’adattatore MagSafe e tenere premuto il pulsante di accensione per 10 secondi.

Controllare anche il wattaggio dell’alimentatore di potenza

Per quello che vale, in alcuni scenari in cui la batteria sembra morta ma in realtà non è (cioè, la carica è scarica a lungo ma la batteria stessa non è ancora completamente inutilizzabile), allora potresti essere in grado di avviare correttamente il MacBook Pro con un alimentatore MagSafe da wattaggio di 85W. Questi computer MacBook Pro di vecchio anno modello utilizzano adattatori di alimentazione da 85 W, mentre MacBook e MacBook Air della stessa generazione utilizzavano adattatori di potenza da 60W. A volte basta semplicemente collegare l’adattatore di potenza wattaggio più alto per consentire l’avvio del MacBook Pro.

Questa soluzione per premere il pulsante di accensione di MagSafe è stata trovata nei forum di iFixIt e ha funzionato per me, quindi se ti trovi in ​​uno scenario simile con un MacBook Pro precedente, provalo tu stesso. Se per qualche motivo il metodo di cui sopra non funziona, il poster del forum originale indica la seguente possibile soluzione che comporta lo spostamento di un modulo RAM in uno slot diverso (se applicabile):

“Se ciò non funziona, provare a rimuovere una memoria RAM [module] e cambiare posizione e ripeti il metodo”

Nel mio caso questo trucco del modulo RAM non era necessario per avviare il MacBook Pro (modello 2010) senza batteria, ma quel tidbit aggiuntivo potrebbe essere valido per te.

Questo articolo si rivolge evidentemente agli hardware MacBook Pro meno recenti, ma potrebbe essere pertinente anche ad altri modelli MacBook precedenti, inclusi modelli simili (2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011) MacBook e MacBook Air, e forse anche alcuni modelli di MacBook Pro più recenti.

Naturalmente l’hardware MacBook (Pro & Air too) più nuovo dell’anno non ha batterie riparabili dall’utente e in alcuni casi la batteria è incollata al case, quindi in quelle situazioni la possibilità di finire in una situazione in cui il computer non ha una batteria è molto meno probabile, e qualsiasi scenario di risoluzione dei problemi sarà molto più estremo che richiede una riparazione hardware più approfondita che va ben oltre lo scopo di questo particolare articolo. In quelle situazioni, porta il Mac a un esperto di riparazione Apple certificato o ad un Apple Store.

Lunga vita ai vecchi Mac!

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *