Fare Ctrl+Alt+Canc su Mac


La combinazione di tasti Ctrl+Alt+Canc è a volte per chi utilizza Windows un modo comodo e veloce per rispristinare una situazione di blocco PC.

Una unica applicazione infatti, potrebbe bloccare completamente il Pc, impedendo di accedere ad altre applicazioni in cui magari abbiamo dati da salvare e che andrebbero inevitabilmente perduti in modo non più recuperabile.

La soluzione in questi casi è la magica combinazione di tasti Ctrl+Alt+Canc, che ci permette in Windows di accedere al Task Manager, selezionare l’applicazione che non risponde e terminarla senza toccare le altre applicazioni aperte.

Anche su Mac, benché sicuramente meno utilizzata, esiste una combinazione di tasti che permette di aprire l’equivalente del task manager del Mac.

La combinazione di tasti, che vanno ovviamente premuti contemporaneamente, è Comando + Opzione + Esc.

Il tasto Comando è il tasto con la mela, il tasto Opzione è il corrispondente del tasto Alt, mentre il tasto Esc è il normale tasto Esc.

Per accedere al task manager del Mac non è però strettamente necessaria questa combinazione di tasti: a meno che l’applicazione bloccata non sia proprio il menù Apple, ovvero il cosiddetto finder, possiamo sempre selezionare la voce Uscita Forzata Mac, facendo click sul menù Apple e potremo tranquillamente selezionare il processo bloccato che desideriamo da terminare che sarà segnalato in rosso ed avrà la scritta, nota anche agli utenti Windows, Non risponde.

Normalmente comunque l’Uscita Forzata su Mac si utilizza assai poco, e la combinazione di tasti è necessaria ancor meno di frequente.

Come mai Windows, in cui spesso capita che una applicazione blocchi tutto il sistema, non ha una uscita forzata così bene in vista mentre il Mac, che si blocca assai di meno, la mette addirittura come voce nel menù Apple è presto detto: il sistema operativo del Mac molto si rifà a Linux, che prevede la possibilità con il semplice comando kill di terminare qualunque processo in esecuzione.

Il Mac insomma, a differenza dei PC, parte dal presupposto che qualunque programma potrebbe bloccarsi o richiedere troppo tempo di cui non disponiamo e fornisce un utile strumento per ovviare ad un eventuale possibile problema.

 

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *